Dotfolio

Roghudi Vecchio

Roghudi Vecchio

Project Description

 

Deriva dal greco rhogodes (pieno di crepacci) o da rhekhodes (aspro). 

Nel 1971 contava una popolazione residente di circa 1.650 persone, ma esso, essendo stato edificato in una delle zone più piovose della Calabria, veniva spesse volte colpito da eventi alluvionali estremi, fino ad arrivare a quello del 1971, che in due giorni fece precipitare sulla zona l’equivalente della pioggia che normalmente cadeva in un anno.

L’evento rese il paese isolato per diverso tempo, provocò diversi morti e dispersi e rese inagibili diverse abitazioni.

Successivamente il sindaco in carica, il 16/02/1971, firmava l’ordinanza con la quale imponeva lo sgombero di tutte le famiglie presenti.

Questa, venne accolta da gran parte della popolazione, che venne spostata nell’odierna Roghudi, delocalizzata in un territorio a valle che all’epoca venne concesso dal comune di Melito Porto Salvo.

Alcuni irriducibili, per lo più anziani legati a doppio filo al loro territorio, ignorarono l’ordinanza e continuarono a vivere con estremi disaggi nella loro borgata, ma dovettero cedere di nuovo alla forza della natura che si ripresentò in modo ancora più violento nella notte del 29/12/1973. Da allora a Roghudi venne annoverato il triste titolo di Città Fantasma.

Project Infos

Roghudi Vecchio

Client:

PepitoPixel

Category:

Antichi Borghi /

Year:

2015

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.